Elettromiografia

elettromiografia

L’elettromiografia (detta anche "EMG") è un esame funzionale utile per diagnosticare un problema muscolare (miopatia) e del sistema nervoso periferico (neuropatia ad es. sindromi di compressione di una radice di un nervo periferico da ernia del disco o la sindrome del tunnel carpale).

L’elettromiografia prevede l’utilizzo di aghi che il medico inserisce nei muscoli da studiare per registrarne l’attività sia a muscolo rilassato che durante contrazione, quindi è una procedura leggermente fastidiosa ma generalmente tollerata.

La durata dell'esame può variare dai 20 ai 50 minuti, dipende dal quesito clinico.

Avvertenze:

Non applicare sulla cute creme o oli, possibilmente già da 1-2 giorni.
Portare con sé esami e visite precedenti.
Avvertire l'esaminatore se si è portatori di pacemaker o se si assumono anticoagulanti orali (es. Coumadin, Sintrom, Pradaxa)